LNF

eRAD

 

L’obiettivo del progetto eRAD è l’utilizzo delle sorgenti di elettroni, disponibili presso l’OdR cardine INFN-LNF, per misurare il comportamento e la resistenza di componenti elettronici destinati ad essere sottoposti alle radiazioni in ambiente aerospaziale.

Tali misure hanno una rilevante importanza per stimare il ciclo di vita degli apparati elettronici che saranno applicati nelle missioni spaziali di lunga durata, laddove gli elettroni di origine solare (Solar Energetic Particles, SEP) e gioviana possono generare danni con riferimento alle dosi da ionizzazione (TID, total ionizing dose).

I valori e risultati acquisiti con tali misurazioni saranno confrontati con omologhe misurazioni effettuate con i fotoni al fine di definire soglie comparative di resistenza e relativi indicatori identificati dai partner del progetto (ASI ed IMT s.r.l.).

Le aziende del comparto aerospaziale, sia regionali che extraregionali, potranno così disporre di servizi e competenze tecniche di altissimo livello tecnologico e conformi ai più elevati standard applicabili, evitando di doversi recare presso facility omologhe che si trovano al di fuori del territorio nazionale.

 

 

Partner nelle attività del progetto

 

INFN-LNF Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – Laboratori Nazionali di Frascati:

Referente: Bruno Buonomo

 

ASI Agenzia Spaziale Italiana:

Referente: Rita Carpentiero

 

IMT s.r.l.:

Referente: Giovanni Cucinella


 

Nell’immagine viene mostrata sulla sinistra la parte terminale del LINAC dei Laboratori Nazionali di Frascati ed il magnete che permette di indirizzare il pacchetto di elettroni presso l’area sperimentale della Beam Test Facility. Nella parte destra si nota il passaggio per operare all’interno del tunnel del LINAC.